< HOME | LINK | RASSEGNA STAMPA

Galleria

"VIAGGI SENTIMENTALI"  dal 15 marzo al 15 aprile 2009          >Download pdf english presentation


Viaggi sì, ma non fotografie di reportage. Viaggi come racconti di avventure, di storie, di posti e luoghi anche immaginari o interiori, che chi fotografa sente vicino a sé. Viaggi di sentimenti.Viaggi che si spostano sul piano psicologico ed emotivo, viaggi nel naturale e nell’innaturale, viaggi che possono oscillare tra il particolare e l’universale.
Ognuno degli artisti che espone propone un suo “viaggio”, una sua interpretazione del “viaggiare”.
Margherita Del Piano raccoglie frammenti di paesaggi in cui è stata, per poterceli portare a casa.
Nascono delle immagini in cui banali oggetti d’uso comune (le vaschette e gli involucri del supermercato) anziché contenere merci, trasportano memorie del viaggio.
"Belgiojoso viaggia e si rincorre da dentro a fuori a ricucire il mondo delle occorrenze in una compagine di déjà vu. Nelle sue fotografie i paesaggi estremi si diffondono in una texture o si distendono a sfondo per la figura umana assottigliata talvolta a silhouette di passaggio". Denis Curti
Per Matilde Soligno “i luoghi che amo viaggiare sono scenari che fanno parte, per diversi aspetti, di immaginari contemporanei ( ad esempio, reminiscenze di una certa fantascienza cinematografica), permeati di un’ambiguità che li rende misteriosi, e la cui riconoscibilità sembra legata a memorie inesistenti”.
Il viaggio di Anton Kusters, con queste sue immagini della serie “Sugar”, è nel mondo intimo di Brigit una bambina diabetica, e allo stesso tempo è anche un viaggio nei ricordi della propria infanzia. “Cerco di ascoltarla ridere e giocare, cerco di sentirmi vicino a lei, è proprio più un ‘sentire’ il momento che ‘guardare’ il momento” .
 

MARGHERITA DEL PIANO

 

ALESSANDRO BELGIOJOSO

MATILDE SOLIGNO

 

 

ANTON KUSTER